Le emozioni vissute da tutti noi descritte nelle parole dell’amico Gilberto Costa che ci invia questo splendido ricordo della giornata di ieri.

Il ricordo

“Ci sono luoghi intimamente al cuore, negli abissi dell’anima, dove poniamo i sentimenti. Amore, famiglia, amicizia, passione. Spazi ove riordiniamo i ricordi. Luoghi che coloriamo, disciplinandoli per momenti. Attimi, nientemeno istanti. Così facendo cementiamo le poche esigue certezze della nostra mortale, umana natura. Attraverso quel tiepido calore di memoria, celiamo (tentiamo di farlo) le angosce più recondite. E’ un’ esigenza. Siamo esseri fragili, vulnerabili, timorosi di perderci nell’obliare della mente. Ricordare, è un bisogno, lo è da dalla notte dei tempi. Sarà così per sempre. E’ successo ieri, a Cisano sul Neva, piccolo paese in quel d’Albenga. Caro Fabrizio, amici Albenga runner’s; io ieri c’ero, attendevo come gli altri il via del trail del Monte Picaru 36km di volenterosa passione. Corsa durissima, poco frequentata, probabilmente temuta, bellissima ed avvincente. Un’organizzazione semplice, impeccabile. Generosa di premi, per tutti. L’attenzione spostata verso i bambini, premiati come i grandi, prima degli adulti, al cospetto dei grandi. Grandi. Una domenica caldissima, picco del quale vissuto nell’interminabile, difficilissima ultima salita (ce n’era sempre) non finiva mai! Un finimondo fra olive, cacciatori ed uliveti, strade bianche e pietraie appese, fissate in cielo. Ero la, emozionato come un bambino in partenza per una gita, un esploratore di luoghi naturali. Vedi, mi permetto di esprimerti, vicinanza, solidarietà … condivisione. Anch’io, non più tardi di domenica scorsa, ho perso un carissimo amico. L’amico. Pensavo che una parte di giovinezza fosse perita insieme a lui, cancellata. Aneddoti, peripezie lavorative, gioie e dolori di un quarto di secolo. Invece ho trovato sollievo dove si pone adagia il cuore, l’anima dei ricordi. Ebbene, ancora scosso dalla recente perdita, avrei voluto onorarlo con una gara maiuscola, ma gari oppure forse lo è stata … Dicevo, mi ha colpito la tua commozione quando hai trattenuto a stento le lacrime. E’ successo, scusami, hai ragione, lo sai … con la voce roca, rotta da un accenno di pianto, subito trattenuto, invocando il minuto di silenzio in memoria di Roberto Maurizio. In quei pochi secondi , il silenzio, l’impeto del vento ti hanno veicolato nelle pagine della coscienza. In quei fogli bianchi devi aver disegnato il tuo, il Vostro di tutti, amico runnner, dipingendolo affettuosamente, felice, sorridente. Restituendoti/Vi al via della gara sereno, consapevole che giammai lo smarrirai/ete, protetto nel coraggio di proseguire, andare avanti nel suo, vostro ricordo“.

Grazie Gilberto

 

This entry was posted on martedì, ottobre 23rd, 2012 at 08:43 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Un commento a “Trail Monte Picaru

  1. mauro sevega on ottobre 23rd, 2012 at 18:23

    Trail del monte Picaru! Semplicemente emozionante.
    Questo perché grazie al generoso impegno di tanti volontari non poteva andare meglio di come è andato, con un bel percorso ben segnato (impossibile sbagliare strada), tanta assistenza in ogni reparto, organizzazione impeccabile.
    Emozionante perché chi ha partecipato ha potuto dividere con chi ha organizzato il piacere di ritrovare e correre con amici ma soprattutto, in questa epoca dominata da stress e mille impegni, tutti insieme ci siamo fermati e i nostri pensieri si sono riuniti in un unico caro ricordo.
    Grazie.
    Mauro

Lascia un commento