6 Novembre 2011, data importante per tre atleti della nostra squadra e anche per tutti noi!

Domenica prossima prenderanno parte alla più famosa maratona del mondo: la maratona di New York.Una manifestazione che vedrà al via più di 40000 partecipanti, 4000 gli italiani e tra loro a rappresentare i nostri colori ci saranno Fabrizio Ansaldi, Carlo Cangiano, al loro battesimo su questa distanza, e Giacomo Molle che porterà con sé tutta la sua esperienza.

Ci sono una serie di motivi per cui la Maratona di New York, nonostante gli appena quarant’anni di storia, è oggi la corsa podistica più conosciuta e frequentata al mondo. Alcuni di questi motivi risiedono nel fascino incontrastato che la grande città americana esercita sull’immaginario collettivo. Il percorso dei classici 42 chilometri e 195 metri che si snoda attraverso i cinque differenti distretti della “capitale della Terra” (Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn, Staten Island), rappresenta un attrattiva unica sia per i più resistenti campioni sparsi per il mondo sia, soprattutto, per i tantissimi amatori che desiderano cimentarsi con la prova più dura. Sono talmente tanti i podisti che sognano di attraversare correndo il ponte di Verrazzano che l’associazione organizzatrice, la New York Road Runner, è stata costretta negli ultimi anni a limitare le iscrizioni, a fronte delle oltre centomila richieste. L’ultimo anno sono stati in ogni caso ben 43.545 gli atleti giunti al traguardo, un record assoluto rispetto a tutte le altre grandi manifestazioni podistiche del panorama internazionale.

Non è tuttavia il solo fascino intrinseco di New York a trasformare una corsa cittadina nella maratona per antonomasia. L’ingrediente in più, quello che manca a tutte le altre gare del mondo, ce lo mettono i newyorchesi. Per loro la prima domenica di novembre si trasforma ogni anno in una grande festa, un rito collettivo da onorare per tutta la giornata, perché se è vero che per convenzione una maratona dura due ore e spiccioli, il tempo si dilata enormemente quando a correrla è una folla entusiasta di persone comuni, chiamate comunque a concludere la prova entro otto ore e mezzo per apparire nelle liste dei classificati. Su tutto il percorso, da Staten Island al Central Park, si srotolano orde festanti di abitanti, orchestrine strimpellanti (oltre un centinaio), cori gospel, scolaresche, turisti e figure folkloristiche. Quest’ultime, poi, affollano non solo i marciapiedi, ma anche le strade stesse, partecipando al rito collettivo da parte attiva e correndo per le americanissime “26 miglia e 385 iarde” acconciate in maniera improbabile. Una folla di maschere, statue della libertà viventi, zii Sam che metro dopo metro corrono, e talvolta passeggiano, fino al calare della sera tra i suoni e i frastuoni della gente, prima di mettersi al collo l’agognata medaglia riservata ai finisher e di rianimarsi grazie anche all’affetto dei presenti, prodighi di complimenti e pacche sulla spalla.

Anche noi da molto lontano ci apprestiamo a seguire la maratona sintonizzandoci in diretta dalle 15:00 in punto ora italiana su Raisport 1, dal web sul sito www.universalsports.com/index.html e, per chi vorrà seguire passo dopo passo i nostri atleti, via Track My RunnersTM, disponibile attraverso il sito ingnycmarathon.org indicando il numero di pettorale.

In bocca al lupo ragazzi, saremo con voi!

Fabrizio

I numeri di pettorale:

Giacomo Molle n.14720

Carlo Cangiano n.50426

Fabrizio Ansaldi n.50439

This entry was posted on lunedì, ottobre 31st, 2011 at 15:02 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

4 commenti a “quelli che aspettano……. la Maratona di New York

  1. Carlo on novembre 2nd, 2011 at 10:04

    Bellissimo articolo Fabrizio! Grazie degli incoraggiamenti, cercheremo di fare il possibile e l’impossibile per tenere alto il nome delle frecce rosse Albenga Runners! La Maratona di New York, per tutti i motivi che hai descritto, è un sogno che si realizza e, personalmente, è la ragione principale che mi ha spinto ad entrare a far parte del magico mondo del running! Speriamo che questo sogno non diventi un incubo con il procedere dei chilometri! 😉 Vamosss!!!!!

  2. brizio on novembre 3rd, 2011 at 20:15

    grazie fabri…grazie ragazzi,l’unica cosa che posso dirvi è che ce la metteremo tutta

  3. antonio on novembre 4th, 2011 at 09:01

    quest anno siamo veramente cresciuti tanto…siamo una bella squadra…peccato che ancora non ci siamo trovati tutti insieme…stiamo spaziando in tutti i luoghi dove si corre….sono veramente orgoglione(ahahahahha)che bello, un anno di vittorie …il bello che anche nelle gare ci aspettano e ci temono xchè sanno che nonostante tutto(il lavori faticosi che facciamo)…(tranne uno)…e la salute che ogni tanto non ci aiuta(ad uno soprattutto)(vedi cronoscalinata)siamo li a lottare ..e poi aspettiamo il lunedi x le cronache di fabri..e dogali(che considero uno di noi)…andiamo avanti cosi,che stiamo andando forte….p.s.io consiglio di dividere sempre e pubblicare sempre le nostre idee e magari i nostri allenamenti…cosi anche solo x confrontarsi…anche con quelli di altre squadre…(ci osservano) ,infatti quest anno arriveranno altri atleti con noi…con lunga esperienza..chi ha voglia di fare maratona gianni aurame sta preparando roma…la prepara con me ,ma io non credo di farla…io faro i lunghi ed i lavori con lui…io quest anno vorrei dedicarmi di piu al trail…lo faro anche attraverso il cross training…quindi anche con bici e nuoto e tanta tanta ginnastica….quindi ce ne x tutti…..ciao belli

  4. Ugo on novembre 5th, 2011 at 15:11

    In bocca al lupo a tutti e tre!
    Fatevi onore ragazzi, vi seguirò in diretta!

Lascia un commento