Una cosa divertente che non farò mai più…..

Parto da un titolo di un libro di D. Foster Wallace per raccontare la mia “piccola impresa”.

Domenica scorsa, 14 novembre, si è svolta la maratona Nizza – Cannes ed io l’ho fatta,detta così sembra una cosa semplice. Ma visto che non era stata assolutamente né pensata , ne pianificata tanto meno preparata, per me è stata tutta una improvvisazione….

Non avevo in programma nessuna maratona, almeno sino al 2011, ma l’occasione era assolutamente imperdibile: avrei corso di nuovo con mio babbo una gara importante, dopo due anni, ma avrei corso per la prima volta con il gruppo dei Maratoneti Riccionesi…..imperdibile!

E così senza nessun allenamento, a pochi giorni dallo start mi sono iscritta, sperando almeno di riuscire a farne mezza.

Ed eccomi alle 7,00 in Place Massena, sotto una leggera pioggerellina, a fare la foto di gruppo con i Maratoneti Riccionesi e alle 7,30 nei cancelli dei 4,30 e più ad aspettare la partenza. Con me c’era mio babbo, Daniele l’amico di una vita, Paolo il mio medico preferito (gooo runners gooo!), e poi Gianni, il coordinatore del gruppo, alla sua quindicesima maratona del 2010, a dicembre a Reggio Emilia farà la sedicesima, la novantaseiesima in totale, perché nel 2011 vuole arrivare a 100! e tanti altri….

Si parte alle 8,15….io sono con mio babbo e a una media di 6,20 a Km facciamo insieme 23km fino ad Antibes: il percorso è sempre bello, l’organizzazione sempre perfetta, la partecipazione tanto alta. Sulla strada incrociamo alcuni amici di Riccione e poi ad Antibes lui, come anticipato, prende il treno per il ritorno. Io mi sento ancora bene: il fiato è ok, la testa pure, pure le gambe me le sento bene, quindi decido di continuare anche sola per vedere dove arriverò. La seconda metà del percorso mi piace ancora di più ( più bella della prima edizione di due anni fa’), continuo con la stessa andatura, è l’unica speranza che ho per riuscire ad arrivare in fondo….correre da “sola” è strano ma non mi dispiace, penso tanto, pensieri belli che voglio che mi portino a casa….al 30esimo decido di arrivare in fondo, e al 35esimo per fortuna non vedo nessuna “Visione Spirituale”. Gli ultimi 7 km sono duretti, mi affianco ad un signore francese con cui ci diamo il cambio per tirarci sino alla fine….ed eccomi sulla Croisette, non ci posso credere! Sono così felice, che quasi mi metto a piangere. Dopo 4,28,44 taglio il mio incredibile ed inaspettato traguardo, mai avrei sperato di arrivare in fondo e così bene…sono al settimi cielo! Il ritorno a Cannes è tutta una festa, uno scambio di sensazioni, impressioni e sudore e stanchezza! Che bello. Mi sono sentita così bene…che …a questo punto non so se non lo rifarei più! Grazie ai Maratoneti Riccionesi ed a mio babbo perché se corro, è anche per lui

Federica

This entry was posted on giovedì, novembre 18th, 2010 at 09:20 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Un commento a “Maratona Nizza-Cannes…. ed io l’ho fatta!

  1. fausto on giugno 10th, 2011 at 19:14

    Ciao Fede senti un pò mi potresti dire come è il percorso perchè mi hanno detto che è molto difficile. Ci sono delle salite, sono difficili? . Io mi sono iscritto. il mio tempo alla 2^ maratona è 3,52 e voglio stare sotto le 3,30 ciao Fausto di Alba (cn)

Lascia un commento