In quattro alla Firenze Marathon.

Alessandro Ferrua, Fabrizio Fattor, Giacomo Molle e Paolo Pagliotto si sono presentati al via della 29^edizione della maratona di Firenze. Un percorso affascinante ma non molto scorrevole, con tanti cambi di direzione e qualche breve ma insidioso sottopasso e l’attraversamento di alcuni ponti sull’Arno, di cui uno agli ultimi chilometri quando le energie sono già ridotte al lumicino. Dal punto di vista meteorologico non si poteva sperare in meglio, cielo coperto e temperature ideali per correre, intorno ai 10°-15°. Iniziamo dal più sfortunato, Alessandro, che si è dovuto arrendere al 13°chiolometro a causa di un problema alla caviglia che lo assilla da un po’ di tempo; il ritmo di 3’48’’/km che aveva impostato, gli avrebbe consentito di finire con un tempo di poco superiore alle 2h40’! Fabrizio porta a casa un tempo finale di 3h03’conquistando la 437° posizione assoluta, il proprio record in maratona, con l’unico rammarico di aver assaporato il traguardo delle tre ore fino al 37° chilometro quando, finite le energie, doveva stringere i denti per terminare la gara. Per Giacomo una gara condotta a un ritmo regolare, parzialmente rovinata da uno sgambetto ricevuto da un altro concorrente al 40°chilometro e la conseguente caduta, fortunatamente senza gravi conseguenze, che lo costringeva a proseguire con difficoltà. Nonostante tutto ottimo il tempo finale di 3h43’32’’ che gli consente di conquistare la 3095° posizione assoluta. Paolo sta continuando gli allenamenti che lo porteranno sicuramente a raggiungere i risultati che da sempre sono nelle sue gambe, per ora va più che bene una 6849° posizione assoluta in 4h38’37’’.

 

This entry was posted on mercoledì, novembre 28th, 2012 at 14:03 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

3 commenti a “Maratona di Firenze

  1. alfer on novembre 28th, 2012 at 22:07

    la mia seconda esperienza in maratona si è conclusa al 13° chilometro, oggi però la delusione è stata soppiantata dal piacevole ricordo di un divertente fine settimana trascorso in compagnia di amici. l’evento comunque ha maturato in me alcune certezze sportive:
    1) FABRIZIO HA NELLE GAMBE UN TEMPO COMPRESO TRA LE 2:58 E LE 2:59:30;
    2) CHI VUOLE BATTERE IL PROPRIO PERSONALE NON PUO’ PENSARE DI FARLO IN UNA CITTA’ D’ARTE ARRIVANDO IL GIORNO PRECEDENTE;
    3)CHI VUOLE BATTERE IL PROPRIO PERSONALE NON PUO’ PENSARE DI FARLO IN UNA CITTA’ DI TRADIZIONE CULINARIA ARRIVANDO 2 GIORNI PRIMA;
    4) SE VOGLIO BATTERE IL MIO PERSONALE IN MARATONA NON … DEVO ANDARE CON FABRIZIO 2 GIORNI PRIMA
    COMPLIMENTI PRESIDENTE!!

  2. MAX on novembre 29th, 2012 at 08:34

    sottoscrivo completamente il commento di Alessandro avendo già corso la maratona di Firenze e soprattutto avendo passato il giorno prima della gara con Fabrizio ( sia Roma che Venezia), quindi se volete battere il vostro personale oppure anche solo arrivare in fondo senza problemi organizzate il vostro weekend con il presidente a partire da domenica mattina…
    Bravo Fabri, sei andato come un fulmine..
    Bravi anche Alex, Giacomo e Pagliotz..

  3. Giacomo on dicembre 6th, 2012 at 18:44

    Alessandro ha completamente ragione, ma alla fine:ho passato un bel week end in una città che non avevo mai visto,ho passato un fine settimana in compagnia di amici,ho cenato sempre in compagnia di amici in un ristorante spettacolare,l’unico neo è stato il risultato della maratona ma sicuramente ci sarà una prossima volta,d’altronde non può avere tutto!!!!

Lascia un commento