E’ la prima volta che mi trovo a commentare una gara mancata!
Oggi si è corsa ad Altare la 31^ edizione del Giro del Burot su un percorso collinare di dieci chilometri a cui avrebbe dovuto partecipare il nostro Andrea Fischetti.
Ma a spaventare Andrea non è stata la distanza, né l’altitudine o il caldo.
Gli è bastato leggere il cartello indicante il nome del Comune per creare nella sua mente un’immagine funesta. In un attimo sono sopraggiunti panico, ansia, angoscia, smarrimento, il respiro affannoso e quella sensazione di bocca “impastata” che ti coglie davanti all’altare!
Quando poi, varcata la soglia del portone comunale che conduceva alla zona iscrizioni, è stato accolto calorosamente dal primo cittadino con un ghigno beffardo i brutti pensieri si saranno moltiplicati!
Colpito da improvvisa allucinazione, abbassato lo sguardo a terra i piedi sembravano scalzi. Impossibilitato a correre si è dato alla fuga, nonostante la sveglia mattutina e tutti i buoni propositi dei giorni precedenti.
Sfuggito all’Altare non ci ha pensato due volte, è piombato in Costa Azzurra per dare inizio ai festeggiamenti dello scampato pericolo.
Non ci resta che guardare al prossimo anno, si sa, ogni cosa ha il suo tempo!

Fabrizio

This entry was posted on domenica, luglio 7th, 2013 at 17:47 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

2 commenti a “In fuga dall’Altare

  1. mattia on luglio 7th, 2013 at 18:16

    lui si che è uno gggggiovane ahaahaah….grande fischio

  2. Fischio on luglio 7th, 2013 at 23:31

    È la prima volta che lascio un commento ad un commento di una gara mai corsa!!
    Io ad Altare…non ci volevo andare!!!

Lascia un commento