Domenica 19 Maggio si è disputata con partenza da Imperia e arrivo in vetta a 1149 mt. di altitudine la 45° edizione della Corsa al Monte Faudo. Per chi non la conoscesse, si tratta di una durissima corsa in montagna di 24,900 km con avvio a livello del mare, su strada asfaltata, e conclusione alla considerevole altezza del Monte Faudo, in totale ambiente prealpino.
Per chi l’ha già corsa, vi è la soddisfazione di aver raggiunto un piccolo grande traguardo, una gara che attrae per un fascino particolare, un’”ebbrezza” che colpisce chi riesce ad arrivare fino in cima, stremato ma contento per l’impresa appena conclusa. Una “febbre” destinata a ripresentarsi puntualmente ogni anno.

I risultati:
33° Pace Leonardo MM45 2.23.22
37° Ferrari Giuseppe MM45 2.25.00
50° Parodi Agostino MM55 2.38.55
Ne sanno qualcosa Tino Parodi e Leo Pace, che questa corsa la corrono da diversi anni, mentre per Beppe Ferrari si è trattato di un doppio esordio, nella gara e nella nostra squadra. Alla fine i risultati sono stati eccellenti per tutti, Leo (il Leone Grigio) ha tirato fuori le unghie affrontando l’ultima erta finale con un passo felino, Beppe ha superato brillantemente la sua “prima” al Faudo ma la piacevole sorpresa arriva da Tino, che stupisce, ma non troppo, perché ormai da un po’ ha deciso di far tornare indietro le lancette dell’orologio qualche anno indietro.

Fabrizio

This entry was posted on martedì, maggio 21st, 2013 at 12:31 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento