Giovanni Schirru non ce l’ha fatta, eppure tutti noi abbiamo sperato fino all’ultimo che potesse riuscire anche in questa impresa.

E’ sempre stato molto determinato, nella corsa come nel triathlon, uno sport che praticava negli ultimi anni con grande passione. Era un perfezionista, vederlo correre era un piacere, con il suo stile impeccabile, la sua falcata ampia, il passo leggero.

Quando qualche giorno fa l’ho contattato in chat era felice perché da lì a poco sarei andato a trovarlo in ospedale a Genova; abbiamo anche ironizzato su come avessi dovuto “mascherarmi” per poterlo incontrare. Cose da pazzi, penserete!

Eppure lui era così, riusciva sempre a scherzarci sopra, ironizzando anche delle situazioni e dei momenti più difficili. E anche i suoi racconti sulle terapie a cui veniva sottoposto sembravano estranei ad una camera di ospedale.

Era un ragazzo positivo, nonostante la malattia non l’ho mai sentito lamentarsi, mai una parola di sconforto, amava la vita, era un ottimista e affrontava tutte le cure con coraggio e forza.

Mi mancherà, come mancherà a tutti quelli che hanno avuto il piacere di conoscerlo.

Potete lasciare qui un vostro ricordo, un piccolo pensiero, sono sicuro che da lassù lo apprezzerà.

Ciao Johnny

Fabrizio

This entry was posted on domenica, aprile 23rd, 2017 at 20:31 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

4 commenti a “Ciao Johnny”

  1. Andrea on aprile 23rd, 2017 at 20:49

    Ciao Giovanni è stato un onore conoscerti ed un privilegio percorre alcuni chilometri al tuo fianco!!
    Riposa in pace campione!!!
    Parodz!!!!

  2. Marco Lupi on aprile 23rd, 2017 at 21:08

    Ciao Giovanni.
    Non ho avuto il piacere di conoscerti, il mio pensiero ora è per la tua famiglia…ci vuole coraggio ad affrontare quello che la vita ti ha riservato, sono prove dure per chi le subisce e per chi abbiamo accanto. Da oggi qualcuno correrà anche per te, ognuno di noi nel nostro piccolo avrà una frecciarossa che lo segue dall’alto. Ciao triatleta!

  3. Lavezzo on aprile 24th, 2017 at 08:38

    Good bye Spok…

  4. mauro on aprile 25th, 2017 at 21:52

Lascia un commento