Oggi Roberto avrebbe compiuto cinquantun anni.

Un amico ha voluto dedicargli alcune righe che ci aiutano ancor più a capire la sua persona.

 

Vivere nel cuore di chi resta non è morire!

Queste notti sono notti molto lunghe,gli occhi fissi al soffitto in un silenzio duro e però tenero,invaso dai pensieri,un nostro Amico se n’è andato per sempre e in questo silenzio impossibile da rompere sembra di sentire il riflesso della sua voce sorniona.
Roberto oggi avrebbe compiuto gli anni .Amava una moglie,tre figli,la corsa,la montagna,il lavoro ben fatto e aveva una immensa gioia di vivere che trasmetteva a tutti noi.
Non era mai al centro della scena,non urlava mai.Taciturno e silenzioso.Eppure era ‘decisivo’, una di quelle persone preparate e miti che rendono un po’ meno invivibili i mondi a cui apparteniamo, avendo il buongusto, e persino la civetteria, di mantenersi un passo indietro rispetto agli altri,la colonna invisibile su cui si regge l’edificio. Un po’ come il bassista che, mentre il cantante saltella e gli altri componenti della «band» impazzano con gli assolo, resta nell’angolo più oscuro del palco per dettare il ritmo senza il quale non c’è più musica, solo questo silenzio che non se ne va.

This entry was posted on giovedì, settembre 20th, 2012 at 06:33 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

3 commenti a “a Roberto

  1. Gianky on settembre 20th, 2012 at 09:40

    Ciao Roby……………

  2. MAX on settembre 24th, 2012 at 16:53

    ciao Roby,
    ci manchi sempre..

  3. Milena on dicembre 23rd, 2012 at 22:54

    …solo oggi, 23 dicembre, leggo questo commento a Robby, e devo dire che e’ quanto mai azzeccato. Non riesco ad aggiungere altro, avete gia’ detto tutto voi. .. Milena

Lascia un commento