Forever young, per chi come me era ragazzino negli anni ottanta e ascoltava la mitica canzone degli Alphaville, il ritornello ritornerà senz’altro in mente. Credo di poter affermare che il nostro Giampiero Rubba s’incarna perfettamente nel significato di quella canzone. Sono sicuro che siano  gli allenamenti quotidiani ad aiutarlo, cinquantadue anni portati splendidamente, testimonianza che correre aiuta a tenersi in forma.  Ieri  si disputava il 3° Meeting Internazionale Assoluto Città di Alessandria e Giampiero si è schierato al via dei 1500 mt. insieme a tanti ragazzini con trent’anni in meno d’età. Appena tornato da un faticoso turno di lavoro, mosso esclusivamente da una passione mai doma per la pista, non ci ha pensato due volte. Dopo tanto tempo ha rimesso ai piedi le scarpette chiodate e ha ricalcato ancora una volta quel tappeto sintetico che gli ha sempre dato grandi soddisfazioni in gara. Alla fine dichiara un po’ contrariato: “Ero molto stanco, a un certo punto ho sentito le energie mancare e ho dovuto rallentare”. Forse è vero, sicuramente in questo momento vale molto di più ma a correre a un ritmo di 3’32”/km oggi sarebbero in molti a esultare. Si sa, da buon cavallo di razza preferisce esprimersi sempre al meglio e difficilmente sa accontentarsi di buone prestazioni. Giusto così, forse a ragione lui, fisso con lo sguardo sempre avanti e tanta voglia di migliorarsi.

Bravo Giampy, forever young!!

Fabrizio

This entry was posted on lunedì, maggio 2nd, 2011 at 16:48 and is filed under Articoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0 feed. You can skip to the end and leave a response. Pinging is currently not allowed.

Lascia un commento